Dialoghi tra vignaioli

Dal 6 febbraio al 24 marzo 2023: tre incontri formativi rivolti ai produttori per condividere le esperienze in vigna e in cantina

L’attuale contesto impone sempre di più la necessità dei produttori di vino di aprirsi e confrontarsi per fare squadra fra di loro su vari fronti, tra cui le diverse tecniche ed esperienze di cantina e di vigna, ma anche per affrontare insieme argomenti delicati e attuali come la gestione dell’enoturismo che la Strada del Barolo intende approfondire in termini di contenuti e di flussi al fine di individuare una strategia comune per garantire la presenza sul nostro territorio di un turismo selezionato, di qualità, capace di scegliere e apprezzare il valore e la storia racchiuse tra le colline di Langa.

Per cogliere questa sfida e forte del successo della prima edizione, tra febbraio e marzo 2023 la Strada del Barolo propone per il secondo anno consecutivo tre incontri formativi e coinvolgenti di altissimo livello rivolti ai produttori.

Le attività in programma prevedono un attivo coinvolgimento da parte dei produttori stessi: nei primi due appuntamenti è infatti prevista anche la visita presso una cantina che si sarà resa disponibile ad aprire le porte per l’occasione.  Gli incontri offriranno inoltre eccezionali occasioni di degustazione, come l’assaggio dei Nebbioli da Barolo della vendemmia 2022 (direttamente dalla vasca) e di vini altri territori di eccellenza, quali Borgogna e Brunello di Montalcino.

Scopo dell’iniziativa è anche quello di offrire ai produttori soci della Strada del Barolo l’occasione di consolidare rapporti e amicizia, in un’ottica di collaborazione.

PROGRAMMA INCONTRI:

Lunedì 6 febbraio 2023, ore 17.00

Dalla biodiversità alla qualità: il ruolo del viticoltore nella gestione sostenibile dell’ambiente

A cura di Matteo Monchiero, professore al corso di Laurea in Viticoltura ed Enologia presso il DISAFA dell’Università di Torino e consulente aziendale.

In un territorio dove la maggior parte del suolo è ricoperto da vigneti, il viticoltore ha un’importante responsabilità nella sostenibilità ambientale. Durante il seminario si parlerà delle pratiche per contribuire fattivamente alla salvaguardia del territorio e della definizione di sostenibilità certificata, verranno proposti alcuni casi studio e analizzati i tre principali standard (Equalitas, VIVA e SQNPI rafforzato) per la valutazione della sostenibilità, infine si parlerà dell’’importanza della certificazione e della crescente attenzione alla sostenibilità sociale.

A seguire visita della cantina ospitante, confronto, discussione e degustazione di campioni di Nebbiolo atto a diventare Barolo da vasca (vendemmia 2022), guidati e commentati dal Prof. Vincenzo Gerbi.

In serata cena dell’amicizia presso un ristorante della Strada del Barolo.

 

Lunedì 13 febbraio 2023, ore 17.00

Storia della viticoltura nelle Langhe attraverso il racconto di Tino Colla

A cura di Tino Colla, produttore e testimone della storia enoica di Langa.

Prendere coscienza della nostra storia significa accrescere la consapevolezza del valore del territorio. L’obiettivo dell’incontro è quello di fornire elementi utili per imparare a raccontare il vino e la propria azienda partendo dalla storia del territorio e dalla cultura delle colline di Langa, rendendo queste informazioni spunti nevralgici da fornire al turista.

A seguire visita della cantina Poderi Colla, confronto, discussione e degustazione di vini di Borgogna oltre che di un vino della cantina ospitante.

In serata cena dell’amicizia presso un ristorante della Strada del Barolo.

 

Venerdì 24 marzo 2023, ore 17.00

Come gestire con successo l’esperienza in cantina

A cura di Donatella Cinelli Colombini, produttrice e figura di spicco dell’enoturismo italiano, e Sandro Minella, comunicatore del vino della Strada del Barolo.
Modera Daniele Manzone Direttore della Strada del Barolo.

Attraverso l’analisi dei dati relativi ai flussi turistici sul nostro territorio, la segmentazione del pubblico per motivi di viaggio, case history e confronto con altri territori del vino a forte sviluppo turistico, la relatrice Donatella Cinelli Colombini affronterà le tecniche di accoglienza e gli strumenti di degustazione in cantina in base al target.

A seguire visita del WiMu – Museo del Vino a Barolo, confronto, discussione e degustazione di un Rosso di Montalcino e un Brunello di Montalcino di Casato Prime Donne.

In serata cena dell’amicizia presso un ristorante della Strada del Barolo.

 


 

Il programma è aperto anche alle cantine non associate alla Strada del Barolo, ma, essendo i posti limitati, verrà data priorità ai soci, ai quali è garantita una quota di partecipazione agevolata.

Per dettaglio costi e maggiori informazioni scrivere a: eventi@stradadelbarolo.it

MODULO ADESIONE SOCI Strada del Barolo

MODULO ADESIONE aziende non associate alla Strada del Barolo