Visite formative in Langa: un percorso per conoscere una case history di successo

Programmi modulabili rivolti a Strade del vino, associazioni ed enti interessati allo sviluppo dell’enoturismo

Le Langhe patrimonio UNESCO e l’area del Barolo in particolare si sono affermate in questi ultimi anni come destinazione turistica internazionale di assoluto prestigio, grazie a una rete di cantine, enoteche regionali e botteghe comunali sempre aperte e attrezzate per accogliere enoturisti e wine lovers da tutto il modo, a una ristorazione di altissimo livello, con una concentrazione di ristoranti stellati senza eguali in Italia e nel mondo, e grazie a prodotti enogastronomici di incomparabile eccellenza quali il Barolo, il Barbaresco, il Tartufo Bianco d’Alba, la Nocciola Tonda Gentile ecc.

Il successo del sistema enoturistico dell’area del Barolo è divenuto ormai una vera e propria case history, presa a modello da molti altri territori vitivinicoli: ecco perché la Strada del Barolo e grandi vini di Langa, che in questi suoi primi 16 anni di vita ha contribuito in maniera determinate a questo successo, oggi si mette a disposizione di altre realtà interessati allo sviluppo dell’enoturismo nei rispettivi territori (Strade del vino, associazioni, enti di promozione turistica, istituzioni e amministrazioni GAL) sia per far conoscere la propria realtà di successo sia per fare formazione.

La Strada del Barolo mette a disposizione un programma modulabile di uno o più giorni, che include una parte più esperienziale, con visite guidate presso cantine, enoteche regionali, cantine comunali, aziende agroalimentari di eccellenza e tour del territorio con diversi tipi di esperienze (visite in vigna, degustazioni guidate wine&food, cooking class ecc.), oltre a una serie di proposte formative su tematiche specifiche quali la promozione del vino a livello internazionale, la comunicazione e il marketing del vino, l’accoglienza, il turismo enogastronomico e culturale.

Per maggiori informazioni e per richiedere un programma su misura potete contattare Alice Astegiano: segreteria@tradadelbarolo.it